Enrico Carenzo

Progetto 365.
Giorno 55. Ritratto di Enrico Carenzo.

Il giorno in cui ho comprato un Kindle ho iniziato a leggere cose diverse. Dopo un po ho capito perchè avevo cambiato letture. Una volta ho letto in una settimana “1984” di G. Orwel e ” Una banda di idioti “Di John K. Toole. Quando ho finito di leggerli, ho guardato immediatamente su internet le foto dei libri per vedere quanto erano grandi. Penso che sia stato quello che mi ha tenuto lontano da questi libri stupendi: il fatto che non li avrei mai finiti di leggere, mentre con il Kindle semplicemente leggo.
Ogni volta che vado al castello di Novara, vedo una grande biblioteca, “Lazzarelli”, e mi viene in mente il numero di autori, la quantitа di ore umane passate a scrivere, la quantitа di informazioni.
Oggi ho conosciuto Enrico Carenzo, и di Vercelli, l’ho conosciuto grazie a Jenny Bevilaqua (Giorno n°32). Lavora presso la libreria da quasi un anno fa, abbiamo parlato un po’ di autori latinoamericani, poi ho iniziato a fare le foto. Enrico scrive di tanto in tanto, spero che un giorno possa leggere le cose che scrive.

Grazie Enrico Carenzo per essere parte di questo progetto. *
Instagram: @luishuayhuas
Facebook: /estudiohuayhuas *

Proyecto 365.
Dнa 54. Retrato de Enrico Carenzo.

Yo no era de leer mucho, pero el dнa que compre un Kindle inicie una lectura distinta, poco a poco me fui dando cuenta del por qué, Una vez leí en una semana “1984” de G. Orwel y “La conjura de los necios” de John K. Toole, cuando termine de leer inmediatamente busque en internet las fotos de los libros para saber qué tan anchos eran. Creo que eso era lo que me alejaba, el hecho de tener que leer un libro que a la vista era imponente, que pareciera que no lo iba a terminar de leer, con Kindle simplemente leo.

Hoy conocí a Enrico Carenzo, el es de Vercelli, Italia, una gran persona simple, muy agrasable. Gracias por ser parte de este proyecto Enrico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *